Monitoraggio e Sorveglianza

La fase di monitoraggio e sorveglianza si realizza attraverso l’osservazione qualitativa e quantitativa, diretta e strumentale, dell’evento meteo-idrologico in atto. L’acquisizione di dati avviene attraverso l’integrazione dei dati rilevati dalle reti strumentali, dalla rete radarmeteorologica nazionale, dalle diverse piattaforme satellitari disponibili per l’osservazione della terra, con le notizie non strumentali, reperite localmente da operatori debitamente istruiti (Presidi territoriali).
Questo consente di effettuare una previsione a breve degli effetti dell’evento in corso attraverso il nowcasting meteorologico e/o l’impiego di modelli afflussi-deflussi inizializzati da misure raccolte in tempo reale (ove operativi in tempo reale sia pure in via sperimentale). Tale fase è il presupposto per:

  • rendere disponibili informazioni indispensabili alla formulazione di nuovi scenari di criticità, ovvero all’aggiornamento degli scenari previsti in base all’evoluzione dell’evento in atto, e verificare il livello di criticità, in essere e previsto, attraverso il confronto delle misure rilevate con le soglie adottate e/o con eventuali notizie comunicate dal territorio;
  • svolgere una funzione di supporto alle decisioni per tutte le strutture preposte ad attività decisionali ed operative in tema di protezione civile (Sala Operativa della Protezione Civile Regionale, Prefetture-UTG, Province e Comuni) al fine di mitigare l’impatto sul territorio regionale degli eventi meteorologici avversi, mediante l’acquisizione e l’elaborazione dei dati rilevati in tempo reale dalle stazioni di monitoraggio.

RETE DI MONITORAGGIO  

rete monitoraggio

Il CFD si avvale di una rete di monitoraggio in telemisura in grado di acquisire misure termo-pluviometriche e dati anemometrici, idrometrici, di radiazione solare e umidità relativa. L’acquisizione e la trasmissione dei dati avviene con frequenza semi-oraria.
La rete di monitoraggio è gestita dal CFD del Servizio Protezione Civile che ne assicura:

– il potenziamento;
– l’aggiornamento tecnologico;
– il funzionamento;
– il controllo dell’affidabilità dei dati misurati;
– la manutenzione ordinaria e straordinaria;
– la raccolta, la validazione, l’archiviazione, la conservazione e la divulgazione dei dati misurati.

 

sensoriRETE STRUMENTALE

Share Button

Welcome Sezione Protezione Civile – Regione Puglia

Accedi

Password dimenticata?